...
Ricotta e Bambini
Condividi

“Mio figlio mangia troppo”, “Mio figlio non mangia per niente”, “Mio figlio è così delicato…”. Che cos’è più importante per una mamma della salute del proprio bambino? L’alimentazione è un tema sempre scottante quando si parla dei più piccoli e a volte rischia di diventare una vera e propria ossessione… È molto importante invece mantenere la calma per non caricare di aspettativa e ansia gli appuntamenti con i pasti e trasmettere invece serenità ed equilibrio.


Gli errori da evitare

Ogni famiglia ha le sue abitudini, ma bisogna cercare di evitare alcuni comportamenti se si vuole dare al proprio bambino il meglio. Non si deve per esempio esagerare con i cibi ipercalorici, troppo zuccherati, e sarebbe buona cosa proporre una dieta varia. Si sta diffondendo poi una cattivissima mania: saltare la prima colazione. Il primo pasto della giornata è fondamentale perché interrompe il digiuno notturno e fornisce la carica giusta per affrontare gli impegni, mantenere l’attenzione e contrastare il consumo di snack di cui magari si conosce poco il contenuto… Un’altra cosa che non dovete sottovalutare: mangiare insieme, trasformare la semplice assunzione di cibo in momenti di aggregazione ed educazione, anche alimentare. Farà bene a voi e ai vostri piccoli.


Un po’ di ricotta?

Più leggera dei normali formaggi ma ricca di proteine nobili. Facilmente digeribile e con un alto contenuto di calcio: bastano 80 grammi per coprire il 25% circa del fabbisogno di un bambino. Già queste caratteristiche possono farvi capire quanto possa essere preziosa la ricotta nell’alimentazione dei più piccoli. E si può cominciare prestissimo a inserirla nella dieta: un paio di cucchiaini nella pappa si possono mettere a partire dagli 8 mesi.


Ricette per bambini

Una variante alla classica pasta al pomodoro? Basta sostituire il sugo con la ricotta e otterrete uno dei piatti migliori per il passaggio dalle pappe ai cibi solidi nel periodo dello svezzamento. In poco tempo potete mettere a posto l’intera famiglia: la consistenza cremosa fa contenti i bambini, ma in genere anche i più grandi gradiscono questa ricetta e così potete mangiare tutti insieme. Attenzione però al formato di pasta, che sia adatto all’età – ovviamente del vostro cucciolo. Ma la ricotta è buonissima anche da sola, magari accompagnata con qualche verdura, cotta o cruda. Sono sufficienti un filo d’olio e un pizzico di sale e il piatto è servito. E non finisce qui: basta cospargerla di zucchero o mescolarla con il miele per avere anche il dessert!